Viking Connection non è un instant book su “mafia capitale

Nonostante le numerose analogie tra i fatti di cronaca di questi giorni a Roma e la trama del romanzo, ci tengo a precisare che Viking Connection – il primo giallo della serie “Le indagini del maresciallo Ferretti” – non è un instant book sullo scandalo “mafia capitale“. Il romanzo è uscito nella primavera del 2014, quindi prima che i (per quanto simili) riferimenti alla malavita organizzata, agli intrecci politici, alle cooperative, alle connivenze con la politica, ai servizi segreti deviati, ecc. fossero conosciuti.

Viking connection non è un istant book su mafia capitale

Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera

La trama di Viking Connection, seppure inevitabilmente influenzata da fatti di cronaca italiani dal dopoguerra ad oggi, è frutto di pura fantasia. Occorre dire, tuttavia, che la realtà della cronaca italiana supera spesso la più fervida immaginazione e, quindi, è facile trovare nei miei romanzi analogie con delitti, misteri, complotti, intrighi e personaggi noti, alcuni dei quali sono espressamente citati. Si può dire che nessuno dei fatti da me narrati – per quanto inverosimile possa sembrare al lettore – non trovi almeno un precedente nella storia contemporanea italiana e, per approfondimenti, rinvio ai post del mio blog. Allo stesso tempo, il lettore più attento non mancherà di cogliere numerose citazioni di grandi autori italiani (ad es.: Guareschi, Sciascia, Camilleri, Eco) che hanno influenzato la mia conoscenza del “Bel Paese” e della sua ricca letteratura.

In ogni caso, auspico che gli inquirenti e le forze di polizia coinvolti nell’indagini di #MafiaCapitale – ai quali va tutta la mia stima – abbiano migliore fortuna di quella dei protagonisti del mio romanzo…

Come sempre, ti ringrazio per il tuo supporto e per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità e l’uscita dei prossimi romanzi. Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti non appena possibile – I L Federson

Scarica la APP delle indagini del maresciallo Ferretti per restare sempre aggiornato sulle novità e curiosità dei romanzi gialli della serie ed interagire con me per chiedere chiarimenti e scambiare giudizi. Clicca questo link o vai su Google Play od Amazon per scaricare l’applicazione od usa il QR Code contenuto nella seguente immagine.

APP Le indagini del maresciallo Ferretti

cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

 

Nella sezione RSS feed della APP potrai accedere ai contenuti di questo sito e del Blog dei romanzi, ricchi di curiosità, approfondimenti ed suggerimenti:

APP Le indagini del maresciallo Ferretti RSS

cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

 

Grazie alla APP potrai, inoltre, accedere alle pagine dei romanzi sui social media -come Facebook e Twitter – o scrivermi messaggi:

APP Le indagini del maresciallo Ferretti Social

cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

 

Allo stesso modo, potrai vedere la gallery fotografica, i booktrailer e gli altri contenuti video ed acquistare i romanzi in tempo reale.

APP Le indagini del maresciallo Ferretti More

cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

 

Cosa aspetti? Scarica la APP delle indagini del maresciallo Ferretti e cominciamo ad interagire.

Grazie fin d’ora e tieni monitorato questo sito, la APP e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità sui romanzi vecchi e nuovi .

Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti quanto prima – I L Federson

Tra le fonti storiche del romanzo giallo “La corazza di Teoderico” –  ambientato ai giorni nostri ma ispirato al furto rocambolesco della preziosissima “corazza d’oro di re Teoderico”, un insieme orafo in oro e pietre pregiate ritenuto il più importante esempio di arte orafa romano-barbarica mai ritrovato, trafugato dal Museo nazionale di Ravenna nella notte tra il 19 ed il 20 novembre 1924 – ritengo opportuno citare il Bollettino d’Arte del Ministero della Pubblica Istruzione del 1924, del quale riporto integralmente il contenuto.

Bollettino d'Arte del Ministero della Pubblica Istruzione del 1924

Estratto del Bollettino d’Arte del Ministero della Pubblica Istruzione del 1924 con fotografia della “corazza di Teoderico”

cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

RAVENNA: Museo Nazionale. Furto di gioielli.

Un furto di eccezionale gravità è avvenuto la notte del 20 novembre u. s. [1924 – ndr] nel Museo Nazionale di Ravenna: sono stati involati i frammenti della così detta « corazza di Teodorico », quelli di un preziosissimo monile rinvenuto nel 1877 negli scavi della cripta di S. Francesco ed un antico sigillo di Ravenna.

Cripta di San Francesco

Cripta di San Francesco

È nota l’importanza delle prime due opere d’arte già conservate in una stessa vetrina del museo ravennate delle quali diamo qui la riproduzione. La « corazza di Teodorico » è un preziosissimo cimelio della oreficeria barbarica dei Goti, di quell’arte che adornò con fastoso senso del colore gli oggetti ritrovati nelle necropoli di Nocera Umbra e di Castel Trosino ed in altre anche fuori d’Italia, arte che gli artefici barbarici possedettero più di ogni altra, valendosi a volte di elementi romani e bizantini e di altri di più lontane derivazioni, trasmutati dal loro primitivo e decadente gusto decorativo che esercitò certo un forte influsso sulla nostra arte medioevale in quanto a sviluppo di nuovi ornati, specie appunto per il tramite delle oreficerie.
La « corazza di Teodorico » è un frammento di pettorale d’oro di grandi dimensioni, tutto adorno di minuti mirabili trafori, cosparso di lamelle di granati chiuse negli alveoli del metallo, con una tecnica evoluta che è assai interessante trovare in questa opera. È stato più volte notato che lo stesso motivo decorativo che vediamo ripetuto Limo intorno a tale opera d’arte si osserva nel coronamento del mausoleo di Teodorico in Ravenna, il che rende più manifesta la provenienza del pettorale d’oro di Ravenna dall’ambiente artistico barbarico. Si è anzi sostenuto che il prezioso ornamento sia appartenuto proprio al re Teodorico, anche perchè lo si rinvenne presso la tomba di quel re, donde si pensò fosse stato tolto. Non v’è nessuna prova che dimostri la fondatezza di tale opinione, che resta quindi un’ipotesi come un’altra, anche se non abbiano decisivi argomenti per negarle ogni possibilità d’esser conforme al vero. Certo è che si tratta di un mirabile lavoro della fine del V secolo o del principio del VI sortito con ogni probabilità da quelle officine alle quali si è già accennato ed è anzi probabile che sia stato lavorato proprio nel tempo del re Teodorico, alla cui corte l’oreficeria ebbe grande sviluppo per il molto pregio nel quale quel re la teneva.
La « corazza di Teodorico » fu rinvenuta nel 1854 a Ravenna durante lavori di sterro della darsena e già allora ebbe a subire gravi danni poiché fu spezzata e fusa in parte dagli operai che la ritrovarono.
Assai grande è anche l’importanza del frammento di monile rinvenuto in S. Francesco, un mirabile gioiello composto con gusto veramente raro: lavoro che si vuole bizantino. Quel monile è formato a cerniere con placche aventi nell’una faccia una foglia a losanga tra quattro rose e nell’altra perle e corniole; ed è molto interessante ricordare che la disposizione delle gemme incastonate a tre in fila con bella misura si ritrova nella « corona ferrea » di Monza. Fu certo opera di un artefice appartenente ad una corrente d’arte assai evoluta, che seppe disporre gli ornati e le gemme con raffinata bravura, non già con quel gusto primordiale col quale la preziosa materia fu usata in certi gioielli di un primitivo abbacinante colore profuso senza armonia.

Frammenti superstiti della corazza di Teoderico

Frammenti superstiti della corazza di Teoderico e della refurtiva ancora oggi visibili presso il Museo Nazionale di Ravenna

Nonostante gli sforzi investigativi profusi, il cimelio ed il resto della refurtiva non sono mai stati ritrovati e, nel novantesimo anniversario del furto, si è voluto ricordare questo importante fatto di cronaca che, per gravità, è secondo solo al furto della Gioconda dal Museo del Louvre del 1911.

Grazie fin d’ora per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità su questo libro e l’uscita dei prossimi romanzi.

Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti quanto prima – I L Federson

L’amico Petronio Malagoli ha scritto “la vera historia del Trelleborg di Gattatico“, un divertente prequel di Viking Connection che, di seguito, riporto integralmente con gratitudine per la sagacia, la simpatia ed il graditissimo supporto. Se anche tu hai contributi relativi a romanzi, non esitare ad inviarmeli e sarà mia cura condividersi su questo blog e sulla pagina Facebook.
Viking Connection

Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera

 
Questa historia è tratta da un manoscritto inedito di Paolo Diacono che, sulla via del successo editoriale di Historia Longobardorum, scrisse anche Historia Vichingorum

La vera historia del Trelleborg di Gattatico.

Quando, dopo venti lune di navigazione, sulla nave vichinga cominciarono a scarseggiare lo stoccafisso, il baccalà e le aringhe affumicate, il comandante Renz decise di avvicinarsi alla costa per trovare un approdo.

Il timoniere Skip diresse il battello verso un’insenatura che sembrava un fiordo ma dopo un breve tratto la chiglia grattò il fondo sabbioso; si erano infilati nella foce del Magra.

A forza di braccia e di irripetibili imprecazioni riuscirono a mettere la prua in direzione del mare aperto. Il cartografo di bordo Petr consultò il suo atlante stampato su pelli di renna e suggerì di procedere verso Est alla ricerca del porto di Luna. Non potevano non trovarlo !! Era protetto da ciclopici muraglioni ed era attrezzato per l’attracco di qualsiasi tipo d’imbarcazione.

Nascoste le armi, sbarcarono, compilarono i moduli richiesti dalle diffidenti Autorità Portuali liguri, dichiarando di essere pii, virtuosi pellegrini diretti a Roma e chiesero di poter comprare pane e crauti.

La visita alla città confermò quanto descritto dalle agenzie turistiche di Bodo: belle ville, negozi con ogni ben degli dei, gente vestita con sontuosi abiti, chiese, arena, biblioteche, lupanare, Il paradiso degli eroi, descritto dai Vecchi Saggi, era certamente così.

Constatata l’assenza di uomini armati, all’imbrunire risalirono sulla nave per recuperare le armi.

Fu un gioco da ragazzi: dopo qualche randellata in testa gli abitanti scapparono in massa verso le colline lasciando la città in mano ai predoni.

Il bottino fu enorme e tutta merce griffata: vasi con la scritta “Made in Sicilia, Importatore Verre Spa”, altri quasi uguali ” Made in Catai”, monili, “Florentia Design”, zamponi “Coop Mutina”, monete d’oro romane, bizantine egiziane, greche e statue in avorio, bronzo, marmo, giada ed argento; tutta merce pregiata “Made in Catai”.

Senza l’aiuto delle renne, con tutto quel bottino sulle spalle, fu un’impresa faticosa raggiungere il porto, dove li aspettava la loro nave, ma… la nave non c’era più. Sul molo trovarono un cartello: Grazie!!! Torno subito. Ossequi alla Signora. Renz riconobbe subito l’autore di quel biglietto da visita, scritto in bei caratteri runici. Muss, il ladrone di barche aveva colpito ancora. Ladrone si ma sempre gentiluomo.

Durante la notte, dopo un rito propiziatorio, celebrato da Monsignor Paro, il cappellano di bordo, il Consiglio degli Anziani stabilì che non rimaneva altro da fare che raggiungere la patria a piedi.

Renz alzò il pugno sinistro verso il cielo, non per salutare i compagni né per inveire contro gli dei ma per calcolare quanto era distante la loro patria.

La stella polare era alta due nocche sull’orizzonte, mentre a casa sua era alta ben quattro nocche. Fece un calcolo mentale con i numeri runici ed annunciò che in solo 55 lune avrebbero ritrovato le loro famiglie.

Costruirono delle slitte, caricarono il bottino e, canticchiando una marcietta imparata dai guerrieri germani, si avviarono verso Nord. Fortuna volle che sulle prime colline incontrassero buona parte dei cittadini fuggiti da Luna. Catturarono gli uomini più robusti, per costituire le mute che avrebbero trainato le slitte e, per un questione di costi – benefici, caricarono anche una ventina di ragazze, tutte rigorosamente more. Quelle si che erano belle donne, non quelle stangone bionde, e slavate svedesi!!!

Il giorno successivo giunsero ad Aulla. Impensabile mettere a sacco anche quella cittadina presidiata da una guarnigione di nerboruti mercenari: meglio presentarsi come mercanti. Su un banchetto improvvisato esposero suppellettili in argento, alcuni abiti prêt à porter, made in Lutetia ed un paio di ragazzotte. Riuscirono a barattare parte della merce in cambio di un barile di aringhe del Catai, ma nessuno volle le brunette, nemmeno i nerboruti mercenari che prenotarono invece un carico di bionde stangone svedesi. De gustibus…

Renz si rese conto che il travestimento da mercanti era stato una buona idea ma poteva destare la cupidigia di qualche ladrone lungo il percorso verso Pons Tremulus, decise perciò di inviare degli esploratori in avanscoperta, come era solito fare quel generale romano, citato sul suo libro di storia. Gli esploratori ritornarono… nudi. Che vergogna !!! Loro onorati pirati, onesti saccheggiatori, esimi razziatori, farsi derubare da ladruncoli da strada

Petr suggerì di percorre la “Strada delle cento miglia” antica via dell’ “Itinerarium Antonini”, un impervio tracciato che superava le montagne al Malpasso, l’odierno Lagastrello.

Ai bordi della strada, molto accidentata, c’erano ancora pietre miliari romane ed a Tavernelle transitarono su un ponte costruito dai legionari, era lo stesso ponte su cui tre secoli prima erano transitati i Longobardi di Rotari per affrontare i Bizantini – Romani sullo Scoltenna.

Tutto filava; liscio le uniche grane furono piantate dalle ragazzotte more che si rifiutarono di continuare la dieta a base di arringhe affumicate e furono costrette a raccogliere funghi, bacche e castagne con effetti catastrofici per le loro manine. Per tenerle calme Petr mostrò loro la carta dove nei pressi del valico figurava il simbolo di una mano, certamente l’insegna di un manicure, anche se il bugiardo sapeva che era la “mano patente” simbolo di un ospedale aperto a tutti ” Patet omnibus”.

Una delegazione raggiunse l’Ospizio di Linari, gestito dai Benedettini, per comprare liquori ed unguenti, al loro rientro giurarono che la “Maison de Beauté” era chiusa per una vertenza sindacale.

La discesa lungo l’Enza fu piacevole. Le slitte scivolavano lungo prati fioriti, le ragazze potevano finalmente lavarsi, anche se gli anziani vichinghi ritenevano poco igienica la strana abitudine degli Italici di bagnare la pelle con acqua invece di cospargerla con il grasso di lontra.

Ogni valle portava nuovi gradevoli odori che incuriosivano i rudi guerrieri e mandavano in visibilio le schiave lunigiane che interpretavano ogni sfumatura di quei deliziosi profumi:

  • Dio mio!!! ma quella è la torta di castagne,
  • Che goduria !!! quelle sono le lasagne verdi, condite con il ragù di carne, proprio come faceva mia zia di Berceto,
  • Scommetto che stanno affettando un salame di Felino, me le regalò cinque fette il nostro pizzicagnolo in occasione del mio diciottesimo compleanno,
  • Che delizia!!! stanno preparando gli anolini, sento il borbottio dello stracotto di asina che sta cuocendo, irrorato dal vino che cade goccia a goccia …
  • Sostenetemi, mi sento svenire !! quella è la famosa torta fritta e …

Svenne nelle braccia di Thor, un atletico vichingo, 1,90 al garrese.

Superata la via Emilia, poco praticabile per l’assenza di manutenzione, furono investiti da effluvi di aromi deliziosi, mai sentiti prima. La più golosa di tutte chiese ad un monaco di passaggio che cosa fosse quel profumo divino. Il chierico errante, un po’ imbarazzo rispose:

  • Come sorelle, non conosce il salume che viene dalla Bassa, chiamato cul… scusate: sederello ?

 Raggiunto Tannetum, ridotta a pochi ruderi, il Consiglio degli Anziani convinse Renz a interrompere il viaggio e svernare in quella località abitata da gente pacifica e dai gusti gastronomici raffinati.

Tutti accolsero favorevolmente la notizia. I guerrieri con le scarpe logore intendevano comprare nuove calzature presso un calzolaio di Parma che aveva in passato fornito ad un viandante, divenuto santo, un modello indistruttibile; per gli uomini da slitta era l’occasione per costruire ruote in lega leggera; le fanciulle avrebbero potuto scambiare ricette con le massaie emiliane e cucinare cibi decenti per quei biondoni che, tutto sommato non erano poi così cattivi

In effetti, da quando era stato superato il valico, qualcosa era cambiato nei rapporti tra barbari e prigionieri. L’unico atto violento lo commise la golosona, quando strappò dalla bocca di un bambino due palmi di tosone appena tagliato.

La sindrome di Taneto anticipò di un millennio quella di Stoccolma. Il fatto che la nazionalità dei rapitori fosse sempre la stessa è puramente casuale… o no ?

Un parte degli anziani che non vedeva di buon occhio i cordiali rapporti tra i fieri guerrieri del Nord e gli smidollati Padani e che soprattutto temeva un imbastardimento delle tradizioni e dei riti tramandati dagli avi di discendenza divina, costituì una società segreta, per tutelare, anche con violenza, la purezza della loro razza.

Non fu difficile convincere gli altri membri del Consiglio degli Anziani a far erigere un piccolo trelleborg che probabilmente sarebbe stata anche la loro ultima dimora. I giovani Vichinghi, commossi ubbidirono…

Per sapere come andò a finire, consiglio la lettura del bellissimo libro Viking Connection di I.L. Federson.

Buona lettura.”

 

Avevo detto che si trattava di un divertente prequel di Viking Connection!
Come sempre, grazie per il tuo supporto e per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità e l’uscita dei prossimi romanzi. Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti non appena possibile – I L Federson

Grazie a tutti voi La corazza di Teoderico è nella Top 10 delle novità di Amazon nella categoria Arte, cinema e fotografia in versione eBook a pagamento (Kindle Store) ed è al 38° posto assoluto dei bestseller di categoria. E pensare che, il romanzo ha poche settimane di vita e la promozione in Italia avviene essenzialmente tramite il passaparola. Non ho parole per esprimere la mia gratitudine: sono davvero lusingato!

La corazza di Teoderico nella Top10 di Amazoncliccare per vedere l’immagine a pagina intera

La corazza di Teoderico al 38° posto di Amazon

 cliccare per vedere l’immagine a pagina intera

Posso solo dire di essere onorato dalla fiducia accordata e per l’accoglienza riservata a La corazza di Teoderico. Per chi fosse interessato a leggerlo, il romanzo è disponibile in formato eBook (prezzo fisso di € 0,99) e cartaceo (prezzo di copertina € 7,00, ma nella maggior parte delle librerie online lo si può acquistare al prezzo scontato di € 5,95). Se vuoi leggerti gratuitamente le prime pagine del romanzo, puoi farlo cliccando qui.

Il romanzo è ambientato ai giorni nostri ma si ispira al furto rocambolesco della preziosissima “corazza d’oro di re Teoderico”, un insieme orafo in oro e pietre pregiate ritenuto il più importante esempio di arte orafa romano-barbarica mai ritrovato, trafugato dal Museo nazionale di Ravenna nella notte tra il 19 ed il 20 novembre 1924. Nonostante gli sforzi investigativi profusi, il cimelio ed il resto della refurtiva non sono mai stati ritrovati e, nel novantesimo anniversario del furto, si è voluto ricordare questo importante fatto di cronaca che, per gravità, è secondo solo al furto della Gioconda dal Museo del Louvre del 1911.

Ti segnalo che i romanzi “Viking Connection” e “La corazza di Teoderico” possono essere acquistati direttamente dalla casa editrice sia singolarmente al prezzo di Euro 7,00 (comprese le spese di spedizione postale) ciascuno, sia assieme al prezzo speciale di Euro 13,00 (comprese le spese di spedizione postale) cliccando sui corrispondenti pulsanti “paga adesso” di seguito riportati. Approfitta ora di questa offerta!

La corazza di Teodericoacquista ora il nuovo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection

acquista il primo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection La corazza di Teoderico
Acquista entrambe i romanzi ora al prezzo speciale di Euro 13,00

Tutte le informazioni inserite sono protette da sistemi di sicurezza avanzati di PayPaL e saranno trattate con la massima confidenzialità.

Grazie fin d’ora per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità su questo libro e l’uscita dei prossimi romanzi.

Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti quanto prima – I L Federson

Ecco il booktrailer di La corazza di Teoderico: cosa ne pensi? Si tratta del secondo romanzo giallo della serie “Le indagini del maresciallo Ferretti“, ambientato in Italia -, disponibile in lingua italiana in formato sia cartaceo (ISBN: 9788897659846), sia Ebook (ISBN: 9788897659785) presso le migliori librerie.

Il romanzo è ambientato ai giorni nostri ma si ispira al furto rocambolesco della preziosissima “corazza d’oro di re Teoderico”, un insieme orafo in oro e pietre pregiate ritenuto il più importante esempio di arte orafa romano-barbarica mai ritrovato, trafugato dal Museo nazionale di Ravenna nella notte tra il 19 ed il 20 novembre 1924. Nonostante gli sforzi investigativi profusi, il cimelio ed il resto della refurtiva non sono mai stati ritrovati e, nel novantesimo anniversario del furto, si è voluto ricordare questo importante fatto di cronaca che, per gravità, è secondo solo al furto della Gioconda dal Museo del Louvre del 1911.

Se vuoi ricevere una copia del romanzo con l’autografo e dedica personalizzata, chiedermi chiarimenti, essere tenuto informato sulle uscite dei prossimi romanzi del maresciallo Ferretti e visionarne le bozze in anteprima o segnalarmi refusi e migliorie, non esitare a scrivermi e sarà mia cura risponderti non appena possibile.

Sono davvero lusingato dall’accoglienza riservata al romanzo, per i giudizi molto positivi ed incoraggianti espressi finora dai lettori e ti ringrazio per il tuo interesse e supporto e per i commenti che vorrai postare.

Ti segnalo che i romanzi “Viking Connection” e “La corazza di Teoderico” possono essere acquistati direttamente dalla casa editrice sia singolarmente al prezzo di Euro 7,00 (comprese le spese di spedizione postale) ciascuno, sia assieme al prezzo speciale di Euro 13,00 (comprese le spese di spedizione postale) cliccando sui corrispondenti pulsanti “paga adesso” di seguito riportati. Approfitta ora di questa offerta!

La corazza di Teodericoacquista ora il nuovo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection

acquista il primo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection La corazza di Teoderico
Acquista entrambe i romanzi ora al prezzo speciale di Euro 13,00

Tutte le informazioni inserite sono protette da sistemi di sicurezza avanzati di PayPaL e saranno trattate con la massima confidenzialità.

Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti l’uscita in formato cartaceo di questo libro e di quelli successivi.

Grazie mille – I L Federson

Il romanzo giallo Viking Connection sarà presentato alla Biblioteca Collinare di Vedriano (Canossa di Reggio Emilia) sabato 8 novembre p.v. alle ore 15.00: vi aspetto numerosi!!!! Questa è la locandina della presentazione:
Locandina presentazione di Vedriano
Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera
.
Ho creato un evento ad hoc in Facebook, e vi invito a segnalare la tua partecipazione, diffondere la notizia, portare amici con te, lasciare commenti, visitare la mia pagina Facebook e quella di Viking Connection.
.
Segnalo con rinnovato piacere, poi, che – anche a questa presentazione – saranno presenti alcuni componenti del gruppo “:Fjording.Sønner.Hird:!“, specializzato in rievocazioni vichinghe, che completeranno la presentazione del libro con folklore e didattica sul mondo vichingo. Sono sicuro che, come sempre, il loro intervento sarà molto gradito dal pubblico.

Immagine del gruppo ":Fjording.Sønner.Hird:!" tratta da Facebook e MySpace

Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera

.

Per maggiori informazioni sul gruppo “:Fjording.Sønner.Hird:!” potrete fare riferimento alla loro pagina Facebook.
.
Al termine della presentazione ci sarà una degustazione di tè offerto da Viaggio Intorno al Tè di Barbara Vola.  Barbara Vola di Viaggio intorno al tè, tea si è formata come “Tea Sommelier ed esperto infusore” e la sua mission è quella di promuovere questa bevanda e dimostrare come fare una buona tazza di tè.
Barbara Vola di Viaggio intorno al Tè

Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera

L’evento sarà impreziosito dalla bellezza del luogo e del locale, dall’ospitalità degli amici di Vedriano e dalla possibilità di interagire con altri autori.
Durante l’incontro si parlerà anche del nuovo giallo La corazza di Teoderico, sempre della serie “Le indagini del maresciallo Ferretti”, disponibile da pochi giorni nelle migliori librerie.
Per le indicazioni stradali puoi fare riferimento a questa mappa:

 Come sempre, grazie per il tuo supporto e per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità su questo libro e l’uscita dei prossimi romanzi. Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti non appena possibile – I L Federson

La corazza di Teoderico è disponibile nelle migliori librerie!

La corazza di Teoderico – il  nuovo romanzo giallo della serie “Le indagini del Maresciallo Ferretti”, ispirato ad un fatto reale accaduto a Ravenna – è finalmente disponibile in formato eBook sulle principali piattaforme digitali, può essere prenotato in formato cartaceo presso le migliori librerie online e della tua città e ti sarei grato se potessi aiutarmi a spargere la voce tra i tuoi amici.

La corazza di Teoderico

Sono davvero lusingato dall’accoglienza riservata al romanzo, per i giudizi molto positivi ed incoraggianti espressi dai primi lettori e ti ringrazio per il tuo interesse e supporto e per i commenti che vorrai postare.

Cliccando sul link della tua libreria online preferita nella tabella in calce o su quello della casa editrice potrai accedere direttamente alla scheda dei romanzi, acquistarli nel formato preferito e recensirli. Se, poi, volessi ricevere una copia dei romanzi con l’autografo e dedica personalizzata, chiedermi chiarimenti, essere tenuto informato sulle uscite dei prossimi romanzi del maresciallo Ferretti e visionarne le bozze in anteprima o segnalarmi refusi e migliorie, non esitare a scrivermi e sarà mia cura risponderti non appena possibile.

amazon.it

lafeltrinelli.it

ibs.it

hoepli.it

libreriarizzoli.corriere.it

webster.it

mondadori – kobobooks.com

bookrepublic.it

deastrore.com

mediaword.it

timreading.it

9am.it

l’Unità ebookStore

Librerie Coop

excalibooks.com

libreriabook.com

libreriaebook.it

mrebook.it

mystore.biblon.it

omniabuk.com

wuz.it

ultimabooks.it

( Elenco non esaustivo: i romanzi sono disponibili su molte altre piattaforme)

Ti segnalo che i romanzi “Viking Connection” e “La corazza di Teoderico” possono essere acquistati direttamente dalla casa editrice sia singolarmente al prezzo di Euro 7,00 (comprese le spese di spedizione postale) ciascuno, sia assieme al prezzo speciale di Euro 13,00 (comprese le spese di spedizione postale) cliccando sui corrispondenti pulsanti “paga adesso” di seguito riportati. Approfitta ora di questa offerta!

La corazza di Teodericoacquista ora il nuovo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection

acquista il primo romanzo al prezzo di Euro 7,00


 

 

Viking Connection La corazza di Teoderico
Acquista entrambe i romanzi ora al prezzo speciale di Euro 13,00

Tutte le informazioni inserite sono protette da sistemi di sicurezza avanzati di PayPaL e saranno trattate con la massima confidenzialità.

 

Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti l’uscita in formato cartaceo di questo libro e di quelli successivi

 

Grazie mille – I L Federson

Numerosi lettori di Viking Connection hanno scritto per chiedere se il luogo del delitto – Taneto di Gattatico – sia una località veramente esistente oppure una cittadina immaginaria come la “Vigata” del Commissario Montabano di Camilleri, il cui nome fosse stato magari ispirato dal capolavoro “Gattaca” di Andrew Niccol, visto che anche in quel caso la genetica aveva un ruolo rilevante nella trama.
Taneto di Gattatico
Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera
.

Pur sapendo di deludere alcuni di voi, devo dirvi che Taneto di Gattatico esiste realmente e si trova in provincia di Reggio Emilia e, anzi, il 26 giugno 2014 l’Amministrazione Comunale ha gentilmente ospitato la presentazione del romanzo alla cittadinanza nell’ambito della manifestazione EstArte – Libri in vetrina. Vi dirò di più, se andate su Wikipedia vedrete che Taneto ha origini molto antiche ed è citata più volte in fonti romane. Allo stesso modo, numerose fonti storiche attestano la presenza in loco del terrapieno circolare simile ai trelleborg vichinghi che ha ispirato la trama del romanzo.
Ciò detto, i fatti di sangue ivi narrati sono di pura fantasia, gli abitanti sono gioviali ed accoglienti come solo gli emiliani sanno essere. Quindi, come si dice in questi casi: “qualsiasi riferimento a fatti o personaggi reali (di Taneto) è puramente casuale….

Come sempre, grazie per il tuo supporto e per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità su questo libro e l’uscita dei prossimi romanzi. Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti non appena possibile – I L Federson

Viking Connection sarà nuovamente presentato al pubblico a Viadana di Mantova, zona Ponte Vecchio – Osteria Bortolino, il 13 settembre 2014 alle ore 16.00 nell’ambito della rassegna “Midgard Viking Folk Fest 2014“: vi aspetto numerosi!!!! Eccovi la locandina ed il programma dell’evento:
Midgard Viking Folk Fest
Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera
.
PROGRAMMA:
SABATO 13 SETTEMBRE
  • 8.00-12.00 Allestimento campo storico e bancarelle
  • 12.30 Pranzo
  • 14.30 Apertura attività manifestazione, accampamento, artigiani e mercatino storico
  • 16.00 “Appuntamento con l’autore”: presentazione al pubblico del romanzo Viking Connection
  • 17.15-18.00 Strandhögg – Evoluzione dell’arte bellica vichinga, a cura di :Fjording.Sønner.Hird:. Esposizione didattica e dimostrazione di tecniche di combattimento
  • 18.30-19.45 Battaglia campale, aperta a tutti i rievocatori
  • 20.30 Cena
  • 22,00 Concerto BARBARIAN PIPE BAND
  • 23.30 Celebrazione BLOT
  • 3.00 Chiusura giornata

 

DOMENICA 14 SETTEMBRE

  •  10.00 Apertura attività accampamenti, artigiani e mercatino storico
  • 10.30-12.15 Eliminatorie torneo lotta Glima (stile Hryggspenna) aperto a tutti i rievocatori (vedere regolamento)
  • 11.00-13.30 Stage combattimento JFS o The Vikings Rules a cura di Nicolò Meliga (Northanger Army):
    • tecnica individuale con spada e scudi di differenti diametri,
    • funzionamento e comando hunting group
  • 12.30 Pranzo
  • 14.00 Riapertura attività accampamenti, artigiani e mercatino, musica con LANGBART
  • 16.00 Tornei d’Arme, aperti a tutti i rievocatori
  • 17.00 Presentazione lotta Glima, stili Bruxatok, Hryggspenna e Combat Glima a cura di :Fjording.Sønner.Hird:; all’interno le finali del torneo stile Hryggspenna.
  • 19.00 Dismissione accampamenti
  • 19.30 Cena
 Gli organizzatori hanno creato un evento ad hoc in Facebook, e vi invito a segnalare la tua partecipazione, diffondere la notizia, portare amici con te, lasciare commenti, visitare la mia pagina Facebook e quella di Viking Connection.
.
Segnalo con piacere e riconoscenza, gli amici del gruppo “:Fjording.Sønner.Hird:!“, specializzato in rievocazioni vichinghe, per l’invito a presentare il romanzo all’interno di questa bella manifestazione, nonostante il fitto calendario di attività in programma. Per maggiori informazioni sul gruppo “:Fjording.Sønner.Hird:!” puoi fare riferimento alla loro pagina Facebook.

Immagine del gruppo ":Fjording.Sønner.Hird:!" tratta da Facebook e MySpace

Cliccare sull’ immagine per visualizzarla a pagina intera

.

.
Clicca su questo link per curiosità ed approfondimenti sulle attività del Midgard Viking Folk Fest e, per le indicazioni stradali per raggiungerci, puoi fare riferimento a questa mappa:

 

Come sempre, grazie per il tuo supporto e per i commenti che vorrai postare. Mantieni monitorato il sito e la pagina Facebook del romanzo per essere sicuro di non perderti le curiosità su questo libro e l’uscita dei prossimi romanzi. Non dimenticare di scrivermi e farmi avere i tuoi giudizi, critiche e pensieri in libertà e farò il possibile per risponderti non appena possibile – I L Federson
Calendario
December 2018
M T W T F S S
« Jul    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Archivi